La tendinite è un’infiammazione della fascia di tessuto fibroso che attacca i muscoli alle ossa. Colpisce più di frequente i tendini dei gomiti, spalle, ginocchia; ma può colpire anche polsi, fianchi e talloni. La condizione provoca dolore e debolezza vicino all'articolazione interessata, che diventa peggiore quando muovi la parte.

Si tratta di una di quelle infiammazioni molto comuni che possono colpire a qualsiasi età. Per questo, di fronte a condizioni che tendono a ripresentarsi, come appunto la tendinite, non è raro esplorare una varietà di opzioni di trattamenti alternativi più naturali. Infatti, spesso, le persone chiedono delle cure alternative ai farmaci classici. Rimedi che abbiano un minore impatto sull’organismo, soprattutto se la l’infiammazione ai tendini li costringe a prendere farmaci antinfiammatori per tempi prolungati.

In ogni caso, si ricorda che è sempre bene richiedere un parere medico prima di prendere qualsiasi decisione e imbarcarsi in cure fai-da-te o provare o rimedi della nonna.

Allarme tendinite, cause e sintomi per capire se ne soffri

La tendinite può colpire qualsiasi tendine, ma come abbiamo accennato, di solito si manifesta più spesso su uno solo fra le centinaia di tendini sparsi in tutto il corpo. Ci sono alcuni motivi per cui questi particolari tendini sono soggetti a irritazione più degli altri. Se sollecitati provocano i sintomi tipici di questa infiammazione.

Fra le cause che provocano la fastidiosa condizione ci sono le attività ripetitive. Ad esempio, alcuni tendini sono inclini a infiammarsi a causa di specifiche attività ripetitive. Le persone che usano continuamente le mani per lavoro (ance stando al pc in una posizione scorretta della mani) posso sviluppare la tendinite al polso. Oppure, hai mai sentito parlare del Tunnel carpale? È una forma più grave che spesso comincia proprio con l’infiammazione del tendine del polso.

Basterebbe smettere di fare quei movimenti ripetuti per non provocare l’infiammazione del tendine, no? Il problema è che non è così facile evitarlo. Ad esempio, un altro tendine soggetto alla tendinite è quello della caviglia. E come è possibile evitare di muoverla a meno che non stia immobilizzato? I tendini intorno all'articolazione della caviglia possono essere aggravati ad ogni passo che fai.

La tendinite poi si manifesta in alcuni sintomi più frequenti fra le persone come dolore alla parte quando la muovi, sensazione di scricchiolio quando muovi l’articolazione, gonfiore e a volte calore o arrossamento.

Rimedi naturali per migliorare l’infiammazione ai tendini

Gestire i sintomi o comunque alleviarli diventa l’obiettivo principale per riuscire a convivere con questa condizione nella sua fase acuta. Per la tendinite al polso, braccio, caviglia, mano (e altre parti maggiormente colpite) si possono utilizzare i seguenti rimedi naturali e notare i miglioramenti.

Quando si parla di rimedi pensati apposta per problemi legati ai movimenti, alla nostra muscolatura, alle ossa, ecc., non possiamo non citare due dei nostri prodotti di punta. Si tratta del nostro famoso antinfiammatorio con ingredienti 100% naturali Poseidon. Nutre dall’interno la cartilagine e i tessuti muscolari donandogli nuova vita. In questo modo rafforzi la parte infiammata e acceleri la guarigione.

E come non parlare di un trattamento esterno da applicare localmente come Argea. Si tratta infatti di un composto naturale creato dalla combinazione di 12 oli essenziali, argille selezionate e l’Arnica montana, una pianta dalle potenti proprietà antinfiammatorie. Gli impacchi di Argea sono prodotti proprio per alleviare la tendinite di qualsiasi tipo (ad esempio il cosiddetto tendine di Achille), e altre infiammazioni a livello muscolare.

Oltre ai nostri prodotti, per riuscire a gestire al meglio i sintomi dolori della tua tendinite, puoi modificare anche l’alimentazione. Cerca di introdurre maggiormente la curcuma (una spezia da aggiungere davvero a ogni piatto e tisana) e l’ananas, famosi antinfiammatori naturali.

Ma se questo non dovesse bastare, puoi integrare fra i tuoi rimedi naturali casalinghi. Le parole d’ordine da ricordare per curare la tendinite in casa sono: riposo, ghiaccio, compressione ed elevazione. Questo trattamento può aiutare ad accelerare il recupero e aiutare a prevenire ulteriori problemi. Osserviamolo nello specifico.

Prima parola d’ordine: Riposo

Evita le attività che aumentano il dolore o il gonfiore. Non cercare di lavorare o allenarti ignorando il problema. Il riposo è essenziale per la guarigione dei tessuti. Ma attenzione: non significa completo riposo a letto! Puoi fare altre attività ed esercizi che non stressino il tendine infiammato. Il nuoto e l'esercizio in acqua possono essere ben tollerati.

 

Seconda parola d’ordine: Ghiaccio

Per ridurre il dolore, gli spasmi muscolari e il gonfiore, applicare ghiaccio sulla zona lesa per un massimo di 20 minuti più volte al giorno. Impacchi di ghiaccio o massaggi con ghiaccio possono aiutare.

Terza parola d’ordine: Compressione ed elevazione

Dato che il gonfiore può provocare la perdita di movimento di un'articolazione lesionata, comprimi l'area fino a quando il gonfiore non è cessato. Come? Utilizza le fasce o le bende elastiche compressive da trovare in farmacia. All’azione di compressione ricorda di abbinare anche quella di elevazione per una questione di circolazione. Ad esempio, se la tendinite colpisce il ginocchio, solleva la gamba interessata sopra il livello del cuore per ridurre il gonfiore.