Il miraggio di una forma fisica perfetta un po' come la luce del sole, rischia, però, di lasciare brutte scottature!

La spiaggia è un terreno irregolare e instabile, che da una parte ci fa credere di poterci tuffare e cadere senza pericolo, dall’altro nasconde insidiose buche e avvallamenti che possono causare distorsioni, tendiniti o contratture. Vale pertanto la pena capire cosa fare e cosa evitare mettersi al riparo da spiacevoli inconvenienti “guasta-ferie”.

 

Ecco alcuni consigli per prepararsi a una vacanza di puro divertimento senza pericoli:

 

1.      Via allo sport ma un passo alla volta

La prima regola da tener presente per non finire nella sala d'attesa di un ortopedico è quella di dedicarsi gradualmente all'attività fisica, senza ansie o voglia di strafare, calibrando allenamenti e  sforzi in base alla preparazione fisica che abbiamo messo in atto prima delle ferie. Allungamenti muscolari ed esercizi di equilibrio possono facilitarti la partenza.

Per aiutare le tue articolazioni all’extra lavoro dovuto all’instabilità del terreno sabbioso, ti consigliamo di assumere Poseidon, un integratore a base di Glucosamina, Condroitinsolfato e Artiglio del Diavolo, che agisce sulla lubrificazione articolare (liquido sinoviale) e contrasta le infiammazioni. Tendiniti e infiammazioni ai legamenti sono molto comuni negli sport da spiaggia, meglio prevenirle.

 

2.      Maglietta e Prometheos per proteggere la pelle

Giocare a beachvolley o a racchettoni  aiuta a regalarsi una abbronzatura uniforme e senza segni, ma espone molto di più al rischio scottature. La preparazione della pelle al sole passa da Prometheos un integratore da assumere cominciando anche una settimana prima dell'esposizione ai raggi solari. La presenza di Vit C, Vit E, Betacarotene, Selenio e Acido Lipoico svolge un'importante azione antiossidante ed è particolarmente indicato in caso di prolungata esposizione al sole come fattore di protezione della pelle e potenziatore dell'abbronzatura. Non solo chi ha la pelle sensibile deve proteggerla, infatti il sole oltre a tanti effetti positivi, porta con sé anche alcuni fattori di rischio che è meglio bloccare per ridurre l’invecchiamento cellulare e contrastare lo stress ossidativo.

 

3.      Allungamenti e idratazione prima di buttarti nella mischia

Se fa caldo non per forza i tuoi muscoli sono pronti a scattare senza un minimo di allungamento e riscaldamento. Di sicuro invece avrai bisogno di contrastare la sudorazione e la disidratazione (attenti al vento che fa sentire meno il caldo, ma disidrata ancora di più) perché senza recuperare gli elettroliti persi, andrai incontro a crampi e problemi muscolari come contratture e stiramenti. Anche per questo Kiron è un buon compagno di viaggio, con il valido aiuto di Dioniso, un integratore energetico-salino studiato per contrastare la perdita di liquidi e favorire il recupero delle sostanze perse. Vitamine, sali minerali e carboidrati di Dioniso ti danno subito un senso di benessere favorendo un recupero reale e un riequilibrio del corpo veloce e funzionale.

4.      Scalzi si, ma attento a dove corri!

Finalmente sei in spiaggia? Inizia gradualmente e scegli terreni di gioco preparati appositamente dagli stabilimenti balneari, per iniziare è meglio allenarsi su sabbia bagnata. Indossa scarpe da ginnastica per non sollecitare eccessivamente il piede. E solo nei giorni successivi, gradualmente, tenta l'approccio alla sabbia morbida coi piedi nudi.

Se ami correre non dimenticare che un ulteriore inconveniente è la pendenza della superficie della riva, che alla lunga può causare dei fastidi alla schiena e potenziali infortuni, perché costringe ad assumere una postura innaturale per adattarsi alle pendenze del litorale.

 

Infiammazioni traumi e infortuni muscolari possono essere ridotti seguendo questi semplici consigli, ma se le precauzioni non fossero state sufficienti Kiron e la sua linea di prodotti per la fisioterapia possono venire in aiuto per accelerare i tempi di recupero e garantire una piena guarigione.

 

INFIAMMAZIONI TENDINEE

Durante lunghe camminate in dislivello e giochi sulla sabbia morbida piedi, caviglie, gambe e legamenti sono sottoposti a sollecitazioni continue, senza alcun sostegno. Sforzi prolungati e posture scorrette possono generare dolorose infiammazioni e indolenzimento muscolare.

Del resto anche gli sport che interessano maggiormente la parte alta del corpo come il Beachtennis e Kitesurf,  se praticati senza allenamento, possono favorire l'insorgere di neuropatie del nervo scapolare (spalla) e tendiniti del gomito.

L'arnica montana e gli oli essenziali contenuti in Argea Kiron vi aiuteranno a recuperare più velocemente.

 

LINFODRENAGGIO e AFFATICAMENTO MUSCOLARE

 

Inutile dire che l’estate, soprattutto per chi ha problemi di circolazione, è molto facile sentire gli arti particolarmente appesantiti. L’attività in spiaggia e soprattutto bagni frequenti con l’acqua di mare sono un ottimo aiuto, tuttavia non sempre sufficiente, soprattutto dopo giornate sportive particolarmente intense o lunghi periodi in piedi. In questo caso Kiron vi assiste con il balsamo

rinfrescante Triton, che grazie agli estratti di Escina, Edera e Fucus stimola il microcircolo e svolgono un'importante azione drenante e lenitiva per farvi godere ogni attimo della vostra vacanza.

 

 

TRAUMI MUSCOLARI

Contrazioni intense della coscia o flessioni troppo brusche di ginocchio o anca durante una partita di beachvolley o di beachtennis possono lasciare in regalo spiacevoli stiramenti o, peggio, strappi. La differenza tra stiramento e strappo muscolare è legata al numero di fibre lesionate, meno nel primo caso e di più nel secondo. Flessori, adduttori e quadricipiti sono i più colpiti negli sport da spiaggia e anche in questo caso è molto importante intervenire immediatamente con prodotti mirati per ridurre il dolore e il gonfiore della zona interessata. L'assunzione di antiinfiammatori per bocca dovrà essere integrata, nei casi più gravi, dalla manipolazione in profondità da parte di un fisioterapista. In ogni caso un aiuto concreto viene come sempre dalla natura, grazie a sostanze come artiglio del diavolo, salicilati naturali, arnica montana o agli olii essenziali di chiodi di garofano e limone, tutti presenti nel balsamo Kiron Eetedis.

 

TRAUMI ARTICOLARI

Che sia successo alla finale di un torneo di beachtennis o cadendo dalle scarpe con la zeppa la distorsione alla caviglia è uno degli infortuni più frequenti. Le caviglie in spiaggia sono costrette a un lavoro extra per mantenere la stabilità, dal momento che la sabbia crea le condizioni per allenare l'equilibrio propriocettivo, ma espone facilmente a traumi e microtraumi che possono essere responsabili di dolori cronici.

Per il recupero da distorsioni, lussazioni o edemi in generale, Argea è un aiuto naturale ed efficace garantito, grazie alla presenza di argilla bianca e verde, micronizzata e ventilata, arnica montana e 12 oli essenziali ad alta concentrazione. Sviluppata nei laboratori Kiron, in collaborazione con la Clinica Mobile del Motogp, Argea salverà la tua vacanza anche nei casi più disperati!