La condropatia rotulea, detta anche “ginocchio del corridore”, spesso viene considerata come una lesione associata esclusivamente agli atleti. Infatti, un allenamento eccessivo può portare a diversi problemi anziché migliorare le performance. Prendersi qualche giorno di pausa dall’allenamento, o comunque alternare lo sforzo muscolare ai cosiddetti “giorni di riposo” può portare solo a ottimi risultati.

In altre occasioni, la causa della condropatia rotulea è un allineamento improprio del ginocchio e il semplice riposo non fornisce sollievo. I sintomi del “ginocchio del corridore” sono dolore al ginocchio e sensazioni di sfregamento. Molte persone che ne soffrono non cercano le giuste cure adatte perché non hanno idea neanche di cosa si tratti e probabilmente scambiano il fastidio al ginochhio per un altro tipo di lesione.

Che cos'è una condropatia?

La condropatia rotulea è una condizione particolare ma non rara in cui la cartilagine sulla superficie inferiore della patellae (la rotula) si deteriora e indebolisce. Questa condizione, di solito, è più comune tra gli individui giovani e atletici, ma può verificarsi anche negli anziani che hanno l’artrite al ginocchio.

Le cause della condropatia rotulea

La rotula risiede sopra la parte anteriore dell'articolazione del ginocchio. Quando pieghi il ginocchio, la parte posteriore della rotula scivola sulla cartilagine del femore. Tendini e legamenti attaccano la rotula alla tibia e al muscolo della coscia. Quando uno di questi componenti non si muove correttamente, la rotula può sfregare direttamente contro il femore. Questo attrito anomalo può portare al deterioramento della rotula.

Il movimento improprio della rotula può avere diverse origini:

  • Scarso allineamento a causa di una condizione congenita
  • Muscoli posteriori della coscia e quadricipiti deboli (i muscoli nella parte posteriore e anteriore delle cosce, rispettivamente)
  • Squilibrio muscolare tra adduttori e abduttori (i muscoli all'esterno e all'interno delle cosce)
  • Stress ripetuto alle articolazioni del ginocchio, ad esempio provocato dalla corsa, dallo sci o dal salto
  • Un colpo diretto o un trauma alla rotula

 

Quali sono i soggetti a maggior rischio?

Oltre alle cause che abbiamo appena visto, esistono comunque diversi fattori che possono aumentare il rischio di sviluppare una condropatia rotulea.

Età

Gli adolescenti e i giovani adulti sono ad alto rischio. Durante la crescita, i muscoli e le ossa si sviluppano rapidamente, il che può contribuire a squilibri muscolari a breve termine.

 

Sesso

Le donne hanno maggiori probabilità rispetto agli uomini di sviluppare il “ginocchio del corridore”, poiché in genere possiedono meno massa muscolare rispetto ai maschi. Ciò può causare un posizionamento anomalo del ginocchio e una maggiore pressione laterale sulla rotula. Non a caso, le donne sono più soggette a infortuni mentre si allenano, soprattutto quando vanno a eseguire esercizi mirati per i glutei e le gambe come gli squat e gli affondi.

 

Piedi piatti

Avere i piedi piatti può sollecitare maggiormente le articolazioni del ginocchio.

 

Infortunio precedente

Una precedente lesione alla rotula, come una lussazione, può aumentare il rischio di sviluppare la condropatia rotulea.

 

Alto livello di attività

Se la tua vita è tutt’altro che sedentaria, e mantiene tutti i giorni un alto livello di attività (sia per lavoro, sia per allenamento) questo può aumentare il rischio di sviluppare problemi al ginocchio.

 

Artrite

La condropatia rotulea può anche essere sintomo di un’altra patologia più grave: l’artrite. Questa condizione causa infiammazione all'articolazione e ai tessuti provocando il scorretto funzionamento della rotula.

 

Quali sono i sintomi della condropatia rotulea?

Questo disturbo si presenta tipicamente come un dolore avvertito nella zona del ginocchio. In particolare, potresti avvertire sensazioni di sfregamento quando pieghi o stendi il ginocchio. Il dolore può peggiorare, infatti, dopo essere stati seduti per un periodo di tempo prolungato o durante attività che applicano una pressione estrema alle ginocchia, come stare in piedi per molte ore o fare esercizio concentrandosi ad allenare la parte inferiore del corpo.

Parla con il tuo medico se hai dolore al ginocchio che non migliora entro pochi giorni.

 

Come si guarisce dalla condropatia?

Sarà il tuo medico a valutare il livello di gravità della tua condizione e decidere quale cura adottare. Antiinfiammatori, fisioterapia, oppure chirurgia, a seconda della classificazione della gravità. Dunque, non aspettare che la condizione insorga, prenditi sempre cura delle tue articolazioni e metti in atto una buona routine di prevenzione soprattutto se ti trovi in una delle categorie di soggetti più esposti a sviluppare la condropatia femore rotulea.

I nostri prodotti naturali sono pensati proprio per la salute dei tuoi muscoli, delle tue articolazioni in ogni fase dell’allenamento oppure nella vita attiva di tutto i giorni se non sei un atleta.

Per migliorare le condizioni come quelle della condropatia rotulea, puoi provare Argea. Si tratta di un prodotto a base di 12 oli essenziali uniti a estratti naturali concentrati con argilla bianca e verde micronizzata e ventilata. Argea è disponibile in comode bustine per preparare i tuoi impacchi naturali dall’alto potere di recupero. L’argilla, infatti, è utilizzata fin dai tempi antichi per le sue proprietà curative e benefiche. Gli impacchi di Argea sono l’ideale per velocizzare il recupero da traumi, distorsioni e infiammazioni tendinee come quelle che possono colpire il ginocchio e altre articolazioni fragili.