La tendinite achillea colpisce maggiormente gli atleti che stimolino di frequente il tallone. La corsa, il calcio, la pallacanestro, la pallavolo o il tennis sono discipline che richiedono che le gambe siano in costante movimento e i piedi in costante sollecitazione. Nella tendinite achillea si verifica la cosiddetta talalgia, ovvero una sensazione molto dolorosa, localizzata nel tallone, che si acuisce all’appoggiarsi del piede. Occasionalmente, può verificarsi un rigonfiamento nell’area del calcagno, lungo la guaina tendinea. Per quanto sia importante la prevenzione, può capitare di rimediare un infortunio di questo genere. In questo articolo, noi di Kiron vogliamo parlarti dei rimedi naturali per la tendinite achillea, per permetterti di ritrovare benessere immediato e avviarti da subito sulla via del recupero e del ritorno all’attività sportiva.

Cominciamo col dire che il tendine d’Achille è un tendine molto particolare. Innanzitutto, le dimensioni: si tratta del tendine più grande e forte del corpo e ha la peculiarità di consumare sette volte l’ossigeno consumato dai muscoli intorno a lui. Questo ci porta a concludere che per il consumo energetico, per la lentezza di recupero (causata dalla massa importante del tendine), maggiori sarà l’intensità e la durata dell’attività fisica, maggiori saranno i rischi collegati a una possibile infiammazione del tendine. Proprio l’infiammazione è responsabile della tendinite achillea. Kiron, a questo proposito, ha sviluppato una linea di rimedi naturali per la tendinite achillea che potrai trovare su queste pagine. Continua a leggere per scoprire quale sia il rimedio giusto per te.

Lo stress meccanico, quindi, unito a fattori congeniti pregressi è responsabile della maggior parte delle tendiniti achillee che occorrono agli sportivi, in particolare calciatori, cestisti, pallavolisti e corridori in genere. È importante notare che l’uso di corticosteroidi e antibiotici può favorire lo sviluppo della patologia. Attenzione anche alle sollecitazioni del tendine in soggetti sedentari e dallo scarso tono muscolare, infatti, in questi casi, il tendine si trova a dover svolgere il ruolo del muscolo, con tutte le conseguenze del caso, espresse poco sopra. I rimedi naturali per la tendinite achillea pensati da Kiron, si basano sui benefici riscontrati nell’utilizzo di prodotti quali l’argilla e le sostanze vegetali emollienti estratte dalle piante. Ne è un esempio Argea, il nostro rimedio naturale a base di argilla microventilata. L’argilla, infatti, è responsabile dell’assorbimento delle impurità e minori sono le dimensioni del pulviscolo, maggiori saranno gli effetti benefici anche in profondità. In Argea troverai anche estratti di calendula, arnica di montana e artiglio del diavolo: tutti questi estratti sono di comprovata utilità per restituire sollievo alle zone del corpo colpite da versamenti e infiammazioni, quindi si rivela ideale per un trattamento non invasivo della tendinite achillea.

È chiaro che per ricorrere ai rimedi naturali per la tendinite achillea è necessario essere in grado di riconoscere la sintomatologia associata. La tendinite achillea, come detto, si configura come un’infiammazione del tendine di Achille al seguito di ripetute sollecitazioni meccaniche. Posto che, come molte infiammazioni a carico di parti responsabili del movimento, parte della sintomatologia tende a comparire dal giorno successivo, come il gonfiore della parte interessata, altri fenomeni dolorosi possono essere sentinelle di una tendinite achillea. In primo luogo: dolore improvviso e pulsante nella parte posteriore della gamba, tendine ingrossato, speroni ossei, rigidità del tendine, sono tutti campanelli d’allarme immediati che potrebbero indicare una tendinite.

La tua prima risposta, all’insorgere dei sintomi sopra descritti, dev’essere quella di interrompere l’attività fisica e applicare del ghiaccio. I farmaci antinfiammatori possono avere un ruolo importante, ma ti invitiamo a consultare un medico prima di ricorrervi. Considera la visita al medico curante come prioritaria in presenza di tendinite achillea. Qualora la tendinite fosse cronica, potrebbe rivelarsi necessario intraprendere un percorso di ginnastica posturale o ricorrere a presidi ortopedici come plantari specifici in silicone. Nel caso si tratti di una tendinite causata da un episodio specifico sarà importante osservare un periodo di riposo, durante il quale potrai trattare la zona interessata con i rimedi naturali per la tendinite achillea ideati da Kiron e iniziare da subito il processo di guarigione e recupero della motilità e funzionalità. Ti raccomandiamo di rivolgerti a personale qualificato per sapere quali esercizi svolgere per recuperare dalla tendinite achillea.

Considera che gran parte del recupero dalla tendinite consiste nella riacquisizione delle caratteristiche funzionali standard del tendine di Achille. Questo implica che la prima fase di recupero deve basarsi esclusivamente sul ritorno alla mobilità completa. Il passo successivo, a seguito di una tendinite, è quello di ovviare alle cause che l’hanno provocato: qualora avessi svolto esercizi eccessivamente intensi, potresti valutare la possibilità di integrare il recupero con i rimedi naturali per la tendinite achillea e, contestualmente, dedicarti ad esercizi di aumento della massa muscolare delle gambe, in modo da irrobustire la zona e gravare meno sul tendine stesso.